19 febbraio 2014

Filoncini ai pomodori secchi


La mia passione per il pane non fa che aumentare, più impasto più impasterei, il problema è mangiarlo poi tutto quel pane :(( Devo quindi un po' limitarmi, giuro però che se potessi, ne sfornerei uno al giorno!!
Durante il periodo di Natale ne ho impastati e sfornati veramente tanti e mi sono trovata anche ad impastare in montagna senza Kitchenaid e bilancia elettrica e mi sono stupita di me stessa....l'impastatrice è un grande aiuto, non potrei più stare senza, ma la soddisfazione di un pane bello e buono interamente fatto a mano non ha prezzo!
In quella occasione avevo preparato un filone di più di 1 kg con le olive, é venuto veramente buonissimo quindi ho deciso di riprovarci con un nuovo abbinamento.
I pomodori secchi io li metterei un po' ovunque, e in effetti lo faccio tra salse per l'aperitivo e cake salati, ma nel pane era la prima volta e me ne sono subito innamorata!
In questo caso ho usato un po' meno di un vasetto e il gusto non predomina, anzi. Rimane un pane rosso, più saporito ma perfetto per accompagnare qualsiasi cosa. La prossima volta, invece, vorrei provare a metterne un  po' di più (un vasetto intero circa) per avere un pane ricco, da mangiare anche da solo come antipasto.



Igredienti:
200g di farina tipo 1
200g di farina integrale
200g di farina 0
60g di pasta madre solida
380g di acqua
100g pomodori secchi sgocciolati
1 cucchiaino di malto
14g di sale

La sera prima rinfrescare il lievito (30g per ottenere i 60 g che serviranno) e lasciarlo maturare tutta la notte a temperatura ambiente. Alla mattina, per prima cosa, mescolare tutta la farina con 250g di acqua, mescolare velocemente e lasciare riposare per 30 minuti (io lo faccio direttamente nella ciotola della planetaria). Nel frattempo tamponare un po' i pomodori per eliminare l'eccesso di olio e tagliarli a pezzettini piccoli. Trascorsa la mezz'ora aggiungere il lievito madre spezzettato, il malto e iniziare ad impastare con il gancio, un po' alla volta aggiungere i pomodori e pian piano la restante acqua controllando l'idratazione dell'impasto (infatti, essendo conservati in olio, i pomodori idrateranno da soli un po' l'impasto quindi la quantità di acqua potrà variare a seconda dell'olio contenuto da questi).
Aggiungere per ultimo il sale e impastare per altri 5-7 minuti finché l'impasto risulterà ben incordato, cioè si stacca dalle pareti. Lasciarlo riposare 10 minuti e procedere con due giri di pieghe a tre a distanza di 30 minuti (le foto sotto sono dell'impasto e delle pieghe, qui sono spiegati bene i passaggi).


Formare una palla e riporre l'impasto in una ciotola unta d'olio e lasciarlo riposare per 8 ore (io lo lascio dentro il forno spento con la lucina accesa). 
Trascorso questo tempo prendere l'impasto e formare un filone (qui è spiegato bene come fare), in questo caso ho diviso l'impasto in due e creato due filoni più piccoli. Lasciarlo riposare coperto da un canovaccio per 30 minuti, 1 ora. Nel frattempo accendere il forno alla massima temperatura, con la teglia dentro, e mettere a scaldare dell'acqua. Quando toccando l'impasto con un dito non rimarrà l'impronta il pane risulta pronto, inserire quindi un pentolino adatto nel fondo del forno e versarci l'acqua bollente, poi rovesciare il pane nella teglia (io metto un foglio di carta forno), fare un taglio con la lametta e infornare. Dopo 15 minuti togliere il pentolino e abbassare a 200°C, continuare la cottura per altri 25-30 minuti, gli ultimi 10 minuti abbassare a 180°C, passando a ventilato, e lasciare la porta del forno a fessura. Il pane risulta pronto quando bussando sul fondo fa un suono come se fosse vuoto. Sfornare e far raffreddare in verticale per far si che rimanga croccante la crosta. (Ricetta presa da qui)

P.S: Se non avete il lievito madre usate solo 3gr di lievito di birra fresco così da mantenere tempi di lievitazione lunghi e il pane risulterà molto più digeribile!!

P.P.S: Naturalmente se c'è qualcuno di Bologna e dintorni che vorrebbe iniziare una nuova avventura con la Pasta Madre io sarei felice di dargli un pezzettino della mia :). Vedrete, una volta che si inizia non si smette più!!





2 commenti:

  1. io AMOOO il pane..facciamo che la prossima volta che ci vediamo mi insegni? =) ps a brevissimo spero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici Michela...è una vera droga per me, se ce l'ho davanti non smetto più!!!
      Assolutamente, prossima volta lezione di panificazione e poi ce lo mangiamo insieme ;)!!

      Elimina