03 dicembre 2013

{ Aspettando Natale } Bretzel e Laugenbrot: Un pane dal sapore nordico

Quest'anno abbiamo tutti più voglia di Natale. Si è iniziato ad assaporare il clima natalizio molto prima del solito e ormai, se non si è già fatto l'albero, si è in ritardo.
Io non faccio testo, fin da piccola iniziavo a fare il conto alla rovescia tornata dalle vacanze estive; per me l'atmosfera che si respira a Dicembre è unica e preziosa, rende veramente tutto più bello e magico.
Unisci a questo l'essere nata il 24 Dicembre e Natale diventa veramente un insieme di eventi e situazione uniche che non vedo l'ora che arrivi.
Poi Natale è famiglia, è ritrovarsi, è stare tutti insieme e, quando hai una famiglia molto numerosa, sono poche le occasioni per farlo quindi è meglio tenersele strette!!
Il nostro tour de force di mangiate Natalizie inizia il 24 a casa di mia mamma dove si organizza una cena...da sempre, perciò, il mio compleanno lo passo in cucina con mia mamma e non potrei essere più felice!!

Nelle prossime settimane pensavo di proporvi un po' di ricette che a me fanno tanto Natale, perchè invernali, coccolose, golose...ricette che potrebbero essere perfette per uno dei tanti pranzi natalizi o semplicemente da cucinare con qualcuno di speciale perché il bello del Natale è anche questo, il poter cucinare in compagnia!!





Quest'anno sarà sicuramente l'anno dei lievitati, da quando ho iniziato a fare il pane con il lievito madre è amore puro, e non faccio altro che sfornare qualsiasi tipo di pane, crackers, grissini, focacce....proprio in vista del Natale ho provato a fare i Bretzel e i Laugenbrot, pane tipico tedesco dal colore scuro e ricoperto da diversi tipi di semini.
Non so a voi, ma a me qualsiasi cibo tipico dell'Alto Adige o nordico mi fa molto Natale e questi, per un'aperitivo natalizio con gli amici o come antipasto nel più formale pranzo di famiglia, sono veramente ottimi.
I panini sono buonissimi così da soli ma, se serviti con un po' di burro salato o dello speck, diventano fantastici!!

La ricetta con il lievito madre l'ho presa da qui ma potete farli anche con il lievito di birra e  i tempi di lievitazione saranno sicuramente più rapidi.





Ingredienti (tra parentesi le dosi con il lievito di birra) :
125 gr di Pasta madre rinfrescata (1 cubetto di lievito di birra)
175 gr di Acqua (250/300 gr)
400 gr di Farina 0 (600 gr)
10 gr di Malto d’orzo (o miele)
5 gr di Sale
50 gr di Burro

Glassatura:
2,5 litri di acqua
3 cucchiai di bicarbonato
2 cucchiaini di sale fino

Nella ciotola della planetaria spezzettare la pasta madre aggiungendo acqua, farina e malto. Impastare qualche minuto e incorporare il sale e il burro a pomata fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Una volta liscio porlo in una ciotola coperto da pellicola e farlo riposare per 2 ore e successivamente in frigo per tutta la notte, circa 6/8 ore (oppure aspettare il raddoppio). Al mattino farlo acclimatare un paio d’ore e dopo procedere a dividere l’impasto, si ottengono circa 19 panini da 40 gr l’uno. 
Per realizzare dei piccoli panini fare dei dischetti con le mani, poi portate le estremità al centro, sigillare bene e arrotondare. Per i Bretzel invece formare un lungo rotolino e arrotolare le estremità per dare la forma tipica. A questo punto lasciare riposare per 2 ore coperti da un canovaccio umido.
Trascorse le 2 ore, mettiamo a bollire l’acqua con il bicarbonato e il sale a freddo. 
Una volta raggiunto il bollore, con l’aiuto di una schiumarola immergere 4 panini alla volta per una ventina di secondi, scolare bene e appoggiarli direttamente sulla teglia coperta da carta da forno. 
Finchè sono ancora bagnati cospargere i panini con semini vari, ad esempio sesamo o papavero oppure, come per i Bretzel, con del sale grosso.
Nel frattempo in cui i panini si asciugano un po' accendiamo il forno a 180°C, una volta pronti facciamo i tagli sui panini e inforniamo per 20-25 minuti fino a doratura.


Segui Cuci Nata su Google+

3 commenti:

  1. Che belli questi panini! Vorrei sapere come funziona il lievito madre... è molto complicato?
    Bisogna tenere da parte un pezzo di pasta già lievitata da un impasto precedente? E quanto tempo di può conservare?
    grazie in anticipo per le risposte :)
    Silvia

    RispondiElimina
  2. Ciao Silvia!
    Il lievito madre non è complicatissimo, ci vuole solo un po' di pazienza all'inizio, per capire come gestirlo, e poi un po' di dedizione perché bisogna rinfrescarlo una volta alla settimana. Infatti, come dici te, il rinfresco serve per preparare il lievito al pane e una parte la si tiene via per la volta successiva. E' un po' lungo spiegare tutto ma se sei interessata ti giro, in privato, tutti i diversi link di siti e blog di veri esperti che a me sono stati utilissimi per iniziare!
    Poi se ti va di provarci ti consiglio di trovare qualcuno che ti "spacci" un pezzettino della sua, è molto più semplice e puoi iniziare da subito a fare i primi esperimenti!
    Scrivimi pure per qualsiasi informazione!
    a presto,
    Lucia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che farò così perché non ho molto tempo da dedicare agli impasti purtroppo... grazie della risposta!!

      Elimina